Coronavirus: ‘Sarà la terza ondata della pandemia’, clamorosa scoperta

Coronavirus: ‘Sarà la terza ondata della pandemia’, clamorosa scoperta da parte di un gruppo di ricercatori, potrebbe esserci correlazione con il Parkinson

Coronavirus: 'Sarà la terza ondata della pandemia', clamorosa scoperta
Coronavirus: ‘Sarà la terza ondata della pandemia’, clamorosa scoperta (pixabay)

Sappiamo bene che l’arrivo del Coronavirus ha reso tutto molto diverso, non solo in Italia, ma anche in moltissimi Paesi del mondo e dell’Europa. Molti settori sono stati colpiti e soprattutto non tutto è tornato ancora alla normalità. Nessuno era preparato a questo virus e alla distruzione che ha portato dietro di se senza che si potesse far nulla. Nessuno sa precisamente da dove sia partito il virus, nonostante la miriade di tesi complottistiche, ma la verità è che lo si sta ancora studiando, nella speranza di poter trovare una cura al più presto. Il via alla sperimentazione del vaccino Italiano prosegue e si suppone che la sperimentazione dovrebbe concludersi nei prossimi mesi e che la distribuzione dovrebbe avvenire nel 2021. Nel frattempo sono sempre più gli studi sul virus, che stanno portando alla luce aspetti inquietanti e preoccupanti del virus. Sembrerebbe infatti che un gruppo di ricercatori abbiano trovato una relazione tra il virus e l’insorgenza di malattie neurologiche come il parkinson.

Coronavirus: ‘Sarà la terza ondata della pandemia’, clamorosa scoperta

Un gruppo di studiosi dell’Istituto Australiano di Neuroscienza e Salute Mentale, il Florey, secondo cui l’infiammazione neurale subita da molti pazienti di Covid-19 è un fattore chiave di rischio di contrarre il Parkinson. Se questo fosse vero, significherebbe che nei prossimi 20 anni ci sarebbe un’incidenza enorme di malattie neuro degenerative. La scoperta sta facendo già drizzare le orecchie ai principali istituti mondiali. Questa non sarebbe per niente una buona notizia per la sanità mondiale e la qualità di vita delle persone.

Coronavirus: 'Sarà la terza ondata della pandemia', clamorosa scoperta
Coronavirus: ‘Sarà la terza ondata della pandemia’, clamorosa scoperta (pixabay)

In una relazione pubblicata sul Journal of Parkinson’s Disease, gli studiosi guidati dalla Dottoressa Leah Beauchamp, specializzata in perdita olfattiva da Parkinson’s, raccomandano ampio screening e trattamenti tempestivi. Il tutto per riuscire a intercettare preventivamente la malattia e riuscire a rallentarla il più possibile. Gli studiosi del centro avvertono attraverso la relazione pubblicata, che la malattia degenerativa rischia con probabilità di rappresentare la «terza ondata della pandemia di Covid-19». Si stima infatti che circa tre persone su quattro con il Covid-19 subiscono sintomi neurologici. Il che rende quindi il numero di interessati, altissimo. Sostengono inoltre che i sintomi stessi, che vanno dall’encefalite alla perdita dell’olfatto, sono probabilmente riportati per difetto.