Coronavirus, Lunedì 9 Novembre un nuovo Dpcm: prevista la chiusura delle città

Stando a quanto si apprende, sembrerebbe che Lunedì 9 Novembre arriverà un nuovo Dpcm per limitare i contagi da Coronavirus: cosa prevede. 

Coronavirus Dpcm 9 Novembre
Coronavirus, è in arrivo per Lunedì 9 Novembre un nuovo Dpcm: cosa prevede. Fonte Foto: pixabay

I nuovi contagi da Coronavirus, lo sappiamo benissimo, stanno aumentando sempre di più. E, soprattutto, stanno spaventando giorno dopo giorno. È proprio per questo motivo che, dopo l’ultimo Dpcm illustrato in diretta televisiva dal premier Giuseppe Conte, sembrerebbe che il Capo del Governo ne stia studiando un altro ad hoc. Che, a quanto pare, dovrebbe essere illustrato dettagliatamente Lunedì 9 Novembre. Sappiamo benissimo che l’ultimo emanato poco meno di una settimana fa prevede la chiusura di palestre, piscine, centri benessere, centri termale ed ha anticipato le chiusura di tutte le attività di ristorazione dalle ore 18:00 alle ore 5:00 della mattina seguente. Stando a quanto si apprende, invece, sembrerebbe che questo nuovo sia ancora più restrittivo. Come d’altra parte, ha annunciato anche Luigi Di Maio, il Ministro degli Affari Esteri. E, soprattutto, prevede la chiusura delle città per circa due o, addirittura, tre settimane. Tutte le città? Assolutamente no, state tranquilli! A quanto pare e come, tra l’altro, vi abbiamo raccontato sembrerebbe che, almeno per il momento, si prediligano lockdown mirati. Ma cerchiamo di capire ogni cosa nel minimo dettaglio.

Coronavirus, in arrivo per Lunedì 9 Novembre un nuovo Dpcm: lockdown mirati

Stando a quanto si apprende, sembrerebbe che per Lunedì 9 Novembre sia in arrivo un nuovo Dpcm. A distanza di qualche settimana dalla spiegazione dell’ultimo decreto utile a contrastare ed arginare la situazione Coronavirus, sembrerebbe che, tra poco più di una settimana, il Capo del Governo sarà in diretta televisiva pronto ad illustrato il nuovo decreto. Ecco, ma cosa prevederà? Stando a quanto si apprende, sembrerebbe che si prediligeranno dei lockdown mirati ed, ovviamente, locali. Le regioni e le città che, fino a questo momento, sembrano essere quelle più colpite da questa seconda e terribile ondata del Coronavirus, purtroppo, saranno destinate a chiudere per circa due o, addirittura, tre settimane. Nessuna chiusura totale, quindi. Piuttosto, quella locale. Ecco, ma quali sono, quindi, le città che sono rischio chiusura? Ovviamente, Milano e Napoli. Ma non solo. Stando a quanto si apprende, anche Roma, purtroppo, potrebbe essere seriamente a rischio. Ma non è affatto finita qui. A quanto pare, in queste ultime ore, si prenderà in considerazione di vietare la mobilità tra le Regioni. Così come la primavera scorsa, quindi, potrebbe essere l’obbligo di non lasciare la propria regione se non per motivi di urgenza, lavoro e salute.

Coronavirus Dpcm 9 Novembre
Fonte Foto: pixabay

Insomma, sembrerebbe che l’Italia abbia nuovamente le ore contate. E, purtroppo, subirà delle chiusure locali. Al momento, però, non sappiamo null’altro. Ma, come sempre, vi aggiorneremo appena sapremo qualche cosa in più.

Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui