Coronavirus, nuovo Dpcm: cosa cambia per la scuola, tutte le misure previste

Coronavirus, nuovo Dpcm: cosa cambia per la scuola, tutte le misure previste con le ultime restrizioni.

Coronavirus, nuovo Dpcm: cosa cambia per la scuola, tutte le misure previste
Coronavirus, nuovo Dpcm: cosa cambia per la scuola, tutte le misure previste

Negli ultimi giorni dato il crescente aumento del numero dei positivi nel nostro Paese il Governo dopo aver effettuato diverse riunioni per cercare di capire in modo chiaro la situazione ha deciso di apporre nuove restrizioni. L’Italia sta attraversando un momento decisamente delicato, come anche il resto del mondo, e il premier Giuseppe Conte si è trovato costretto ad avanzare ulteriori restrizioni. Nonostante ancora non abbia parlato ai cittadini, la bozza del nuovo decreto è stata già in parte rivelata. A quanto pare ci sarà una differenziazione regionale e locale, ossia in base a determinati parametri si è deciso di assegnare a ciascuna area e regione un certo livello di rischio. Anche il mondo scolastico sarà interessato da nuove norme per cercare di prevenire una diffusione incontrollata tra gli studenti. Cosa cambia per la scuola: tutte le misure previste.

Coronavirus, nuovo Dpcm: cosa cambia per la scuola

La bozza del nuovo decreto ha illustrato tutte le nuove misure restrittive che prossimamente saranno avviate nel nostro Paese. In base alla fascia di rischio in cui le diverse regioni sono state posizionate vi sono differenti misure. Il nuovo Dpcm prevede misure che riguardano anche la scuola. Le norme valide nelle zone verdi e arancioni sono: didattica digitale al 100% prevista solo per le scuole superiori di secondo grado; i dirigenti scolastici organizzeranno la didattica in presenza per le attività laboratoriali e per le studentesse e gli studenti con bisogni educativi speciali. Le Scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado saranno in presenza. Una novità è rappresentata dall’uso della mascherina che diventa obbligatoria dai 6 anni in su, come indicato dal Ministero della Salute Speranza, fatta eccezione ovviamente per soggetti che hanno patologie o disabilità che ne rendono l’uso incompatibile. Restano sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche.

Coronavirus, nuovo Dpcm: cosa cambia per la scuola, tutte le misure previste
Coronavirus, nuovo Dpcm: cosa cambia per la scuola, tutte le misure previste

Per quanto riguarda le aree definite zone rosse individuate da apposita ordinanza dal Ministro della Salute, la didattica digitale si applicherà anche al secondo e terzo anno della scuola secondaria di primo grado. Resta comunque valida la possibilità di svolgere attività in presenza dove è necessario l’uso di laboratori o per garantire l’inclusione scolastica degli alunni con bisogni educativi speciali. Questo è quanto riportato dal Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina. Non resta che attendere per la conferma ufficiale.

Segui anche il nostro canale instangram–>> clicca qui