Nuovo Dpcm, arriva la conferma: cosa accadrà a Natale

Gli orientamenti del nuovo Dpcm riguardo alle festività natalizie sono noti: arriva la conferma su coprifuoco ed altri divieti.

Dpcm conferma
Nuovo Dpcm, arriva la conferma: ecco cosa accadrà a Natale (Pixabay)

Si è discusso molto in questi giorni sulle misure che il nuovo Dpcm, atteso per venerdì 4 dicembre, presenterà riguardo al periodo natalizio: turismo di montagna, messe di mezzanotte, spostamenti tra Regioni sono i temi caldi di questo nuovo decreto che conosceremo tra soli 2 giorni. Le difficoltà a cui andranno incontro vari settori dell’economia se tali restrizioni dovessero andare in vigore sono facilmente intuibili e le polemiche non si placano. D’altra parte, le attuali misure anti contagio stanno dando buoni risultati e in attesa del vaccino per gennaio, si cerca di non abbassare la guardia neanche nel periodo più importante dell’anno: il timore principale resta sempre quello di un ripetersi dell’innalzamento dei contagi come accaduto in seguito alle scorse vacanze estive.

Nuovo Dpcm, misure per Natale e le altre festività: arrivata la conferma

Tema incandescente restano i limiti di orario che si dovranno rispettare durante tutto il periodo natalizio ma anche negli stessi giorni di Natale, Capodanno e Santo Stefano. La conferma è arrivata: il coprifuoco scatterà dalle 22 fino alle 5 del mattino seguente, regola a cui potrà sottrarsi solo chi avrà necessità di salute o lavoro. Valendo il divieto anche per il giorni festivi, la messa di Natale non potrà svolgersi a mezzanotte ma prima per fa sì che i fedeli possano fare ritorno alle proprie abitazioni prima dello scattare del coprifuoco. Nota in merito la dichiarazione di questi giorni del ministro agli Affari regionali Francesco Boccia durante l’incontro con le Regioni: “Gesù bambino può nascere anche 2 ore prima”, aveva detto.

Dpcm conferma Coronavirus
Nuovo Dpcm, arrivata la conferma: cosa accadrà a Natale (Pixabay)

Non sono mancate le polemiche neanche su questo versante, ma il ministro ha ribadito il concetto: “Eresia è non accorgersi dei malati”.

Segui anche la nostra pagina Instagram—->>>clicca qui