Lolita Lobosco, come nasce la storia del personaggio interpretato da Luisa Ranieri? Spunta un inaspettato retroscena

Lolita Lobosco è uno dei nuovi personaggi della Rai, ma sapete com’è nato il suo personaggio? Spunta un retroscena inaspettato. 

Lolita Lobosco
Com’è nato il personaggio di Lolita Lobosco, interpretato da Luisa Ranieri? Fonte Foto: screenshot video

Terminata la messa in onda degli episodi di ‘Mina Settembre’, di cui si attende con ansia la seconda stagione, la Rai ha deciso di inserire la Domenica sera un altro e nuovo personaggio ‘investigativo’. Interpretato dalla bellissima Luisa Ranieri, dal 21 Febbraio, il personaggio di Lolita Lobosco, vicequestore di Bari, si accinge a fare compagnia il pubblico italiano per diverse settimane. Ovviamente, il filo conduttore di tutte le puntate, come al solito, saranno omicidi e casi da risolvere. Ma non solo. A fare da padrona a questa nuova serie televisiva, sarà anche il ruolo femminile di Luisa Ranieri. È pure vero che è un vicequestore, ma Lolita Lobosco è una donna. Ed è per questo motivo che viene rappresentata in tutte le sue mille sfaccettature. Ecco, ma la domanda sorge spontanea: com’è nato il personaggio di Lolita? Se, come abbiamo visto, Mina Settembre e il Commissario Ricciardi ‘nascondono’ una storia dietro, sarà lo stesso per la bella Boscolo? Assolutamente si, ovviamente! In una recente intervista per La Gazzetta del Sud, la scrittrice ha spiegato, per filo e per segno, il retroscena che si cela dietro di esso.

Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui

Com’è nato il personaggio di Lolita Lobosco?

Per circa quattro settimane, ne restano altre tre, Lolita Lobosco e le sue indagini faranno compagnia il tanto affezionato pubblico italiano la Domenica sera. Ecco, ma la domanda sorge spontanea: come nasce il personaggio interpretato da Luisa Ranieri? A svelare ogni cosa nel minimo dettaglio, come dicevamo precedentemente, è stata la sua scrittrice. In una recente intervista per La Gazzetta del Sud, Gabriella Genisi, è questo il nome di colei che ha ‘creato’ il personaggio di Lolita Lobosco, ha ampiamente spiegato come è nata questa storia. Siete curiosi di sapere ogni cosa? Ebbene, ci penseremo noi. Anche se, vi anticipiamo, stando a quanto si apprende, sembrerebbe che, dietro questo personaggio, ci sia un retroscena davvero inedito. Da quanto si legge, infatti, sembrerebbe che a spingere la Genisi ad ‘inventare’ il personaggio della bella Lobosco siano stati i romanzi del compianto Camilleri. Ed, in particolare, quelli dedicati a Salvo Montalbano. Sembrerebbe, infatti, che, prendendo coscienza della forte personalità dello storico commissario di Licata, la bella Gabriella abbia deciso di scrivere un ‘parallelo’ donna. ‘Ho fantasticato su come potesse essere un commissario donna con le sue stesse caratteristiche e Lolita ha preso forma, consistenza e profumo d’arance’, avrebbe detto Gabriella Genisi a BuonoElpis.it da quanto si legge su Fanpage. Ma non solo. A La Gazzetta del Sud, la scrittrice ha detto: ‘Sono certa che se non avessi letto Montalbano, Lolita non sarebbe mai nata’. 

Lolita Lobosco
Fonte Foto: Instagram

Insomma, se questi sono i presupposti, dobbiamo ammetterlo: dobbiamo aspettarci grandissime cose dal vicequestore Lolita. In attesa, non ci resta che seguire appassionatamente le sue avventure su Rai Uno.