Verissimo, Marisa Laurito racconta la particolarissima esperienza: “Sono volata via dal mio corpo”

Ospite ieri a Verissimo, Marisa Laurito ha rivelato di aver vissuto un’esperienza molto singolare: “Vedevo seduto sulla sedia il mio corpo”.

Verissimo Marisa Laurito
Verissimo, Marisa Laurito lo ha raccontato solo ora: “Sono volata via dal mio corpo” (Mediaset Play)

Sta per compiere 70 anni ma non li dimostra affatto: Marisa Laurito, artista eclettica e dal sorriso contagioso, è stata ieri a Verissimo e si è raccontata a cuore aperto svelando particolari della sua vita finora sconosciuti. Figlia di una concertista, sin da piccola sente il legame col palcoscenico.

Leggi anche—->>Ricordate Wendy Windham? Com’è diventata e cosa fa oggi la simpatica showgirl americana

A soli 21 anni ottiene un contratto con la compagnia di Eduardo De Filippo col quale recita in tante commedie teatrali. Arriva poi in tv a “Quelli della notte” negli anni ’80, conduce Domenica In e in tutti questi anni è sempre rimasta sulla breccia dell’onda grazie al suo talento e alla sua simpatia. Ha anche scritto un’autobiografia, “Una vita scapricciata”: il titolo, spiega,  si deve alla sua volontà di vivere seguendo il cuore e togliendosi ogni capriccio.

Nel salotto di Silvia Toffanin, Marisa ha raccontato anche quale sarebbe il motivo per il quale non ha avuto figli. Una rivelazione molto particolare e inaspettata, scopriamo di cosa si tratta.

Segui anche la nostra pagina Instagram—>>>clicca qui

Verissimo, Marisa Laurito: “Credo nel destino, ma…”

L’artista partenopea ha raccontato di essere ricorsa all’ipnosi regressiva e grazie a questa particolare esperienza di aver scoperto la motivazione che l’ha spinta a non volere figli. “Credo molto nel destino che è fatto con le nostre mani ma ci sono anche delle cose che ci accadono che ci portano su queste strade…”, ha detto ai microfoni di Silvia Toffanin.

Poi il racconto inedito: “Una volta mi è capitato, in uno dei momenti più drammatici della mia vita e non so come sia successo, che sono volata via dal mio corpo, Dall’alto vedevo seduto sulla sedia il mio corpo e ho capito che era solo un involucro”. Questo episodio l’ha aiutata ad avere un altro atteggiamento nei confronti delle difficoltà: “Quando ho dei momenti drammatici penso, ‘vediamo dall’alto com’è questa cosa’…”.

Ha cominciato quindi ad interessarsi “alle regressioni, alle energie, al futuro dopo la morte – racconta – Ho fatto anche delle regressioni con una signora di Milano molto brava, Manuela Pompas, e con lei o ripercorso una vita, e mi ha messo in pace con dei ‘nodi’ “. Oggi la Laurito spiega la sua scelta di non avere figli col fatto che ritiene vadano fatti con la persona giusta, che “abbiano bisogno di un maschile e di un femminile” e di molta attenzione.

Verissimo Marisa Laurito
Verissimo, Marisa Laurito racconta il particolare episodio: “Sono volata via dal mio corpo” (Mediaset Play)

“La regressione mi ha fatto capire che in una vita passata mi è successo qualcosa che mi ha dato questo senso di responsabilità nei confronti dei figli”, conclude l’artista.