Figlio di Beppe Grillo accusato di stupro: sequestrato il telefono di Ciro

Figlio di Beppe Grillo accusato di stupro: sequestrato il telefono di Ciro con cui sarebbe stato registrato il video della presunta violenza

Ciro Grillo, il figlio di Beppe Grillo, insieme ad alcuni amici Edoardo Capitta, Francesco Corsiglia e Vittorio Lauria, è accusato di stupro ai danni di una giovane ragazza svedese che denunciato tutto ai carabinieri.
I fatti dovrebbero essere accaduti a Marina di Bibbona, nella villa di Beppe Grillo a metà luglio.
Gli accusati hanno tutti tra i 19 ed i 20 anni. Il 29 agosto scorso i carabinieri di Milano sono giunti con un decreto di perquisizione nelle villa in questione.
Intanto, è stato sequestrato lo smartphone di Ciro Grillo.

Potrebbe interessarti anche:

Figlio di Beppe Grillo accusato di stupro: sequestrato il telefono di Ciro

La presunta vittima di stupro è una 19enne svedese che ha raccontato la sua versione: dopo una serata al Billionaire, i ragazzi avrebbero insistito per portare lei e una sua amica a casa di Ciro Grillo, per una spaghettata notturna. Poi, uno di loro l’avrebbe bloccata, aggredita e violentata. E anche gli altri avrebbero fatto lo stesso.
Nei prossimi giorni verrà ascoltata anche l’amica, che pare stesse dormendo mentre le violenze si consumavano a pochi metri da lei.
La difesa parla di rapporti sessuali ripetuti, ma consenzienti, tanto che esisterebbero dei video a testimonianza di tali rapporti. Inoltre nella villa adiacente a quella del fatto, ci sarebbe stata la moglie di Beppe Grillo che si sarebbe accorta della situazione fuori controllo di quella sera. La donna verrà presto ascoltata, così come i vicini di casa.

Intanto, si passa alla ricerca di prove all’interno del cellulare del figlio di Beppe Grillo. Grazie ad un programma informatico è possibile risalire a conversazioni, foto, posizione, video, anche se sono stati cancellati dal telefonino.
In questo modo, gli investigatori riusciranno facilmente a scoprire se i quattro giovani hanno commesso i fatti avvenuti il 16 luglio, o si sono messi d’accordo per mantenere davanti al magistrato una posizione univoca. A raccontarlo è il Corriere della Sera.

  • Per essere sempre aggiornato su tutto ciò che accade in Italia e nel mondo e per non perderti nessun aggiornamento, news e indiscrezione sui VIP e i personaggi del momento più seguiti della TV e dei social, clicca qui!