Piedi al limite, “Due grosse dita più un altro dito”: la terribile malformazione di Glenn

Il protagonista della storia di Piedi al limite che stiamo per raccontarvi è Glenn Stephens, affetto da una patologia gravissima.

Glenn Stephens è un tecnico per lo smaltimento dei rifiuti del South Carolina ed è sposato con Sharon da undici anni. L’uomo è nato con una malformazione chiamata Ectrodattilia: i suoi piedi, come le mani, hanno solo due grosse dita.

Piedi al limite Glenn
Piedi al limite, “Due grosse dita più un altro dito”: la terribile malformazione di Glenn Stephens (Discovery+)

Una malformazione del genere gli causa inevitabilmente dei dolori indicibili che influiscono negativamente anche sulla sua resistenza fisica al lavoro. “A volte sembra quasi che l’osso si sia rotto”, racconta Glenn.

Leggi anche——————>>>Piedi al limite, torturato da bolle enormi: “Come un cadavere”, la storia di RJ

Dopo tanti anni vissuti in queste condizioni, Glenn sembra non avere più energie. Sua moglie racconta che quando si sono conosciuti, il loro stile di vita era molto diverso: andavano in moto, a ballare, ecc. Ora per lui è impensabile fare qualunque cosa, il dolore è troppo forte, tanto da valutare l’ipotesi di abbandonare il lavoro.

Nel cercare una soluzione, Glenn si rivolge a Piedi al limite.

Piedi al limite, la soluzione ideale per Glenn secondo il dottor Shaeffer

Il famoso chirurgo podologo Brad Shaeffer spiega che l’Ectrodattilia comporta la mancanza di ossa nei piedi o nelle mani che assumono una forma ad artiglio. Di solito, un’operazione di questo tipo avviene durante l’infanzia, perciò è la prima volta che il dottore si trova ad affrontare un caso del genere su un adulto di cinquant’anni.

Leggi anche—————–>>>Piedi al limite, Cindy è disperata: “Sembrano finiti in un tritacarne”

Piedi al limite Glenn
Fonte foto: Discovery+

Se il problema non viene risolto, Glenn dovrà rinunciare a lavorare. Il paziente racconta di aver sofferto molto nella sua vita anche per i commenti della gente, che alla vista dei suoi piedi resta sconvolta. Molte delle ossa del piede destro sono fuse: qui il medico riscontra la presenza di tre ossa metatarsali mentre al piede sinistro solo due.

La visita mostra che la mobilità del paziente non è compromessa nonostante la gravità della patologia: perciò Shaeffer sconsiglia l’intervento e propende per una protesi. Dopo aver preso le impronte dei piedi, verrà fatta un paio di scarpe su misura che aiuteranno Glenn a stabilizzarsi e a non sentire dolore.

Leggi anche—————>>>Piedi al limite, Gregory aveva i piedi ‘maciullati’: quel che è accaduto è impressionante

Piedi al limite Glenn
Fonte foto: Discovery+

Quando ha indossato le sue nuove scarpe, il signor Stephens è come rinato: ora potrà fare di nuovo ballare e fare tante passeggiate insieme alla sua amata moglie.