Piedi al limite, sotto il piede di Paul c’è qualcosa di orribile: solo un sesto dito o grave patologia?

L’escrescenza sotto al piede di Paul è enorme e gli provoca tantissimo dolore: la dottoressa di Piedi al limite dovrà risalire alla causa.

Piedi al limite Paul
Piedi al limite, sotto il piede di Paul c’è qualcosa di incredibile: solo un sesto dito o grave patologia? (Discovery+)

Paul ha 30 anni e un problema al piede sinistro di cui non si conosce la causa: l’orribile bozzo che si trova sotto la pianta gli rende la vita davvero difficile e la cosa peggiore è che nessuno sa di cosa si tratta. Potrebbe essere un nodulo, una cisti o altro, fatto sta che nessuno riesce a capire da cosa abbia avuto origine.

E’ dai tempi delle scuole medie che Paul deve combattere con questo problema: negli anni poi il bozzo è cresciuto ancora di più e gli fa molto male, arriva perfino a bruciare. Quando cammina, sente delle fitte atroci; essendo costretto a poggiare male il piede per il dolore, ha ovviamente anche problemi alle ginocchia. Nessun medico ha mai saputo dire con certezza di cosa si tratti e lui è terrorizzato all’idea che sia un tumore.

Piedi al limite, il caso di Paul va esaminato con attenzione

Paul spiega alla dottoressa che in passato gli hanno praticato la crioterapia. Anche il famoso chirurgo di Piedi al limite resta perplessa nel vedere il ‘fungo’ sotto al suo piede.

Leggi anche————->>>Piedi al limite, il dottor Brad Shaeffer cura molti pazienti ma anche lui ha una patologia: di cosa si tratta

Piedi al limite Paul
Fonte foto: Discovery+

Leggi anche—————->>>Piedi al limite, il valgismo di Chris è gravissimo: durante l’intervento accade l’impensabile

Come prima cosa, va fatta una risonanza magnetica ma solo togliendo il bozzo e facendolo analizzare si potrà sapere da cosa deriva. Non si può escludere nessun tipo di cancro, ammette la dottoressa. Prima dell’intervento, il medico raccomanda a Paul di non caricare per nessuna ragione il peso su quel piede dopo l’operazione.

Sarà effettuata un’incisione ellittica attorno al bozzo che richiede molta attenzione data la pelle molto spessa sotto la pianta. Richiudere il piede non sarà affatto facile. Con un innesto di liquido amniotico si aiuterà il processo di guarigione.

Leggi anche—————–>>>Piedi al limite, Robert si vergogna delle sue unghie: la soluzione del dottor Shaeffer è drastica

Piedi al limite Paul
Fonte foto: Discovery+

Le analisi per fortuna danno risultato negativo: quell’ammasso di pelle non era un tumore e anche la ferita sta migliorando sempre di più. La dottoressa Vincent può ritenersi soddisfatta anche stavolta!