“È stata una pagina brutta della mia vita”, drammatica confessione di Orietta Berti

La cantante Orietta Berti si lascia andare ad una drammatica confessione: “È stata una pagina brutta della mia vita”, ecco le sue parole

La sua carriera è costellata di successi, ma c’è un momento che difficilmente riuscirà a dimenticare. Nel corso di un’intervista, l’artista si è lasciata andare ad una confessione assai triste. In questo articolo vi riportiamo fedelmente le sue parole.

LEGGI ANCHE: Orietta Berti, rivelazione a sorpresa: Fedez e Chiara Ferragni senza parole

orietta berti confessione
La confessione a sorpresa di Orietta Berti: qual è il suo unico rimpianto (Fonte: Instagram)

Orietta Berti, drammatica confessione: le sue parole

Orietta Galimberti, meglio conosciuta con il nome d’arte di Orietta Berti, è una delle cantanti più famose della storia della musica italiana. Fu soprannominata da Silvio Gigli la “Capinera d’Emilia”, ma è conosciuta maggiormente con il soprannome dell’usignolo di Cavriago. È stata una delle protagoniste della musica italiana negli anni sessanta e settanta, assieme a Ornella Vanoni, Patty Pravo, Mia Martini, Mina, Iva Zanicchi e Milva.

Nel corso della sua carriera ha venduto oltre sedici milioni di dischi, pubblicati anche in diversi paesi del mondo, tra cui Spagna, Francia, Paesi Bassi, Regno Unito, Stati Uniti, Sud America, Giappone e molti altri ancora. Orietta è inoltre una delle cantanti con il maggior numero di partecipazioni al Festival di Sanremo.

LEGGI ANCHE: Sanremo 2021, clamorosa gaffe di Fiorello: Orietta Berti lo corregge

orietta berti sanremo look
(Instagram)

 

La sua carriera è costellata di successi, ma c’è un momento che difficilmente riuscirà a dimenticare. Quell’episodio purtroppo fu troppo brutto per lei. Solo adesso, in un’intervista, ha confessato di portare un grosso rimorso. Siete curiosi di sapere di che cosa si tratta? Se sì, continuate a leggere l’articolo e lo saprete.

LEGGI ANCHE: Orietta Berti, brutta disavventura a Sanremo: attimi di paura

In un’intervista al settimanale “Oggi, Orietta dichiara di avere un solo rimpianto nella sua vita. Tale momento è legato alla morte di Luigi Tenco, suicidatosi a Sanremo nel 1967. Il cantante lasciò un biglietto in cui scriveva di non poter sopportare di vivere in un Paese che mandava in finale il brano della Berti “Io tu e le rose”.

La cantante nell’intervista rivela: “Ancora oggi non credo che lui abbia scritto quel famoso biglietto. Non credo che fosse la sua grafia, anche Sandro Ciotti, uno dei suoi più cari amici, me lo confermò: c’erano quattro errori di ortografia, errori che Tenco non avrebbe mai fatto”.

La cantante poi chosa: “Non ci ho mai creduto e mai ci crederò, ma per me è stata una pagina molto brutta della mia carriera e solo attraverso il mio pubblico che mi ha sostenuto sono riuscita ad andare avanti. Quella canzone fu molto amata”.