Piedi al limite, “Come le zampe di un alligatore”: Jefferson è costretto a camminare sulle unghie

In questo episodio di Piedi al limite il dottor Brad Shaeffer è alle prese col problema di Jefferson i cui piedi hanno un aspetto terribile.

Le condizioni dei piedi di Jefferson sono talmente pessime che lo costringono a immergersi in piscina con i calzini. Lui li descrive come “brutti, secchi, terribili”; la sua fidanzata li definisce “simili alle zampe di un alligatore”.

Piedi al limite Jefferson
Piedi al limite, “Come le zampe di un alligatore”: Jefferson cammina sulle unghie (Discovery+)

Leggi anche———–>>>Piedi al limite, Michele Martinez è una ballerina ma i suoi piedi deformati le impediscono di danzare: potrà tornare a fare quello che più ama?

La ragazza racconta che quando conobbe Jefferson lui le disse che le avrebbe mostrato i piedi solo se si fosse innamorata di lui. Anche la madre e i cugini dell’uomo hanno riso nel vederli. E’ da quando aveva 10 anni che si è accorto di avere questo problema. A dodici anni si recò da un podologo ma questi gli rispose di non poter fare nulla per lui.

Ha le dita ricurve e quindi tende a camminare sulle unghie; se prova a tagliarle, sanguinano. Jefferson ha preso appuntamento col dottor Shaeffer di Piedi al limite.

Piedi al limite, “Pelle macerata”: lo scioccante caso di Jefferson

Visitando il paziente, il dottor Brad Shaeffer si accorge che le dita sono estremamente ricurve e che la punta non si vede nemmeno. Jefferson ha una micosi diffusa su tutto il piede e la pelle tra le dita è macerata.

Piedi al limite Jefferson
Fonte foto: Discovery+

Leggi anche————–>>>Piedi al limite, “Ogni passo una pugnalata”: la sindrome di Jewell è molto particolare

La secchezza della pelle dipende da un fungo che dovrebbe sparire con l’applicazione di alcune pomate per un paio di settimane. Il primo accorgimento da adottare è quello di asciugare bene i piedi per evitare gli effetti dannosi dell’umidità.

Poi si dovranno assolutamente correggere le dita a martello che nel caso di Jefferson hanno un’origine congenita. L’intervento sarà eseguito su un piede alla volta perché dopo dovrà poggiare il peso e camminare solo sull’altro.

Come prima cosa, il chirurgo praticherà un’incisione sulla punta delle dita, poi reciderà una piccola porzione della testa della falange per poi entrare nell’articolazione e lavorare sul tendine che porta le dita a flettersi. A questo punto, in ogni dito verrà inserito un perno per tutta la lunghezza delle falangi e verrà raddrizzato. Una volta rimossi i perni, il paziente camminerà molto meglio.

Leggi anche—————->>>Piedi al limite, nessuno ha mai visto un alluce come quello di Kiara: il dottor Shaeffer resta sconcertato

Piedi al limite Jefferson
Fonte foto: Discovery+

Dopo 6 settimane dall’operazione, il risultato è eccellente: le dita del paziente sono finalmente dritte e non dovrà più vergognarsi dei propri piedi.