Domenica in, momento di forte commozione: scoppia a piangere in diretta

Momento di forte commozione a Domenica In: durante la diretta scoppia a piangere.

Domenica 2 dicembre è andata in onda una nuova puntata del programma Domenica In, condotto da Mara Venier. Tanti gli ospiti della conduttrice e tanti i momenti pieni di emozione. C’è stato un particolare momento, che ha visto protagonista un ospite speciale.

Domenica in
forte commozione a Domenica In: scoppia a piangere in diretta (fonte rai play)

Arrivato in studio, per presentare il suo libro, ha parlato poi di suo padre e non è riuscito a reggere la commozione.

Leggi anche Anticipazioni Domenica In del 2 Gennaio: grandi nomi del cinema e della musica italiana, favoloso!

Domenica In, forte commozione in diretta: non riesce a trattenere le lacrime

Una nuova puntata di Domenica in è andata in onda domenica 3 dicembre ed è stata ricca di sorprese. Anche in questa puntata, sono arrivati diversi ospiti che si sono lasciati intervistare da Mara Venier.

Leggi anche Splendida a 70 anni, avete mai visto una foto di Mara Venier da ragazza?

C’è stato un particolare momento che ha lasciato tutti commossi. Paolo Del Debbio è arrivato in studio per presentare il suo libro ‘Le 10 cose che ho imparato dalla vita’ e ha qui raccontato le esperienze vissute, che sono state per lui, delle vere e proprie lezioni di vita. E mentre parlava, si è soffermato su un dolore provato e che ha lasciato il segno nella sua vita e sul suo cuore. Del Debbio ha raccontato che suo padre Velio, nel 1943, venne deportato in un campo di concentramento e per circa due anni, non ha più avuto sue notizie. Soltanto quando la speranza sembrava essere persa, l’uomo fece il suo ritorno a Lucca. Il giornalista ha spiegato che suo padre arrivò al campo di concentramento Luckenwalde nel ’43 e fu liberato nel ’45 dagli Alleati.

Paolo Del Debbio
fonte rai play

Devi sapere che gli americani, appena liberati, gli davano un po’ da mangiare. Però, se mangiavano anche solo un po’ di cioccolata, rimettevano tutto subito-ha detto parlando con la conduttrice-poi, tramite un camion, mio padre arrivò a Verona. Poi da Verona a Lucca, la fecero a piedi lui e un suo amico 400 km. C’era tutto il paese intorno che lo aspettava e quando arrivò mia madre, li lasciarono soli“.

De Debbio ha spiegato di aver imparato tanto da suo padre Velio. Ha imparato a non perdere mai la dignità, proprio come ha fatto lui: “Non hanno mai perso la dignità. Si alzavano alle 06:00, faceva un freddo bestia. Andavano al lavandino, rompevano il ghiaccio, si lavavano, si facevano la barba. Volevano dimostrare che gli aguzzini gli avevano tolto la libertà, ma loro avrebbero continuato a curarsi… Tutti gli ebrei presenti andarono a finire nei campi di sterminio”. Un racconto tragico che Paolo Del Debbio ha voluto riportare, e mentre parlava, non è riuscito a trattenere la commozione, un momento difficile da dimenticare.